cala-castelluzzo

SCARU BRUCIA

La Caletta Scaru Brucia, affacciata sulla costa occidentale della Sicilia, vicinissima a San Vito lo Capo, Macari e alla Riserva dello Zingaro, è una delle spiagge che si susseguono su un tratto di costa ancora incontaminato, ideale per chi cerca tranquillità e un contatto con la natura.
Raggiungibile a piedi dalla vicina baia di Santa Margherita, dove è consigliabile anche parcheggiare l’auto, presenta un accesso pedonale non agevolissimo, che necessita l’uso di scarpette per neutralizzare qualche ciottolo acuminato. Anche l’ingresso in acqua, limpida e ancora popolata da pesci, richiede un minimo di attenzione, più che compensata dalla sensazione fresca e liscia dei ciottoli sotto i piedi.
La vista viene catturata da un paesaggio scoglioso e frastagliato. Le rocce levigate dalle onde e la varietà di colori, dalle sfumature di beige e grigio alle tonalità più scure, creano un contrasto affascinante con il blu del mare e il verde dell’aromatica vegetazione locale.
Non si tratta di una spiaggia sabbiosa, anche se ce ne sono alcune molto interessanti nelle vicinanze, ma di un’integra caletta coperta da ciottoli bianchi, che proseguono anche sotto l’acqua del mare, e da rocce sulle quali si infrangono le onde e che emanano quel profumo di sale e di alghe che costituisce l’essenza di un ambiente marino ancora intatto.
Vero e proprio eden per chi ama le immersioni tra le rocce, completa la sua unicità combinando profumi e odori tipici della flora mediterranea agli aromi marini trasportati dalla brezza risalente dall’acqua, creando un’esperienza olfattiva che rimarrà indissolubilmente legata a questo tratto caratteristico della costa siciliana.
Caletta Scaru Brucia rimane impressa anche per i suoi silenzi, rotti solo dai versi degli uccelli, dalla risacca del mare sui ciottoli, dal fruscio delle onde, dal gorgoglio dell’acqua tra le rocce e, talvolta, dal tintinnio dei sassolini mossi dalla corrente.
Riservata e poco frequentata, è il posto ideale per chi fa della giornata in spiaggia un’esperienza di comunione con la natura, all’insegna del rispetto e dell’ascolto.
L’esposizione verso ovest la rende fantastica al tramonto, quando all’orizzonte il sole si tuffa nel mare, colorando il cielo di sfumature di rosso, di arancione e di rosa.
Ma Cala Scaru Brucia non è solo giornate di sole e bagni: durante la notte, il suono delle onde contro le rocce può creare un’esperienza acustica estremamente suggestiva. Il rumore dell’acqua, unito alla quiete notturna, può amplificare la sensazione di pace e contemplazione, diventando uno dei ricordi più significativi del soggiorno in questo incantevole angolo di Sicilia.



INDICAZIONI STRADALI

Case Vacanza Loria dista da Scaru Brucia 2 minuti d’auto